FlavioStocco FlavioStocco

Zennaro Angelo

BIO

Angelo Zennaro,nasce a Venezia nel 1951. Qui si forma all’Istituto d’Arte, dovesi dedica allo studio dell’affresco e del restauro, poiall’Accademia e, come designer, nelle fabbriche di Murano, di cuipercepisce e assorbe l’energia forte e calda e in cui prendecontatto con la materia-vetro. Comincia contemporaneamente il suopercorso di pittore, partecipa alla vita culturale veneziana conAlberto Gianquinto, Vittorio Basaglia, Armando Pizzinato, RafaelAlberti, Sebastian Matta, Emilio Vedova. Nel 1975 tiene a Venezia laprima personale presso la Galleria Il Traghetto; è tra iprotagonisti dell’attività della Fondazione Bevilacqua La Masa,che gli assegna numerosi riconoscimenti e uno studio a PalazzoCarminati, sede prestigiosa, dove lo hanno preceduto celebri nomidella pittura veneziana del ‘900. Partecipa con le sue opere anumerose esposizioni, vince premi importanti, è presente nei musei,si cimenta con diversi materiali, come il vetro: l’atto creativo èper lui sempre una sorta di processo alchemico, e non vi è“separazione” tra forme espressive. Titolare dal 1980 dellacattedra di pittura al Liceo Artistico, vive questa attività conimpegno e serietà, ottenendo un vivo e intenso scambio con i giovanitalenti in formazione. Sempre più attratto dalle potenzialità delvetro – colore, luce, trasparenze – si avventura in percorsiartistici rigorosi e complessi dagli stupefacenti, innovativirisultati. Trasferitosi, alla fine degli anni ’80, a MoglianoVeneto, realizza qui le vetrate per la chiesa parrocchiale del CuoreImmacolato di Maria. Un’ impresa che modifica sostanzialmentel’edificio, in cui apre 3 fori finestra alti 6 metri da cuiirrompe, attraverso il vetro, la luce. Ed è proprio il vetro asegnare nuove tappe nell’evoluzione del suo linguaggio. Privilegiala tecnica del vetro-fusione, una delle più innovative e originali,che bene s’inserisce nel connubio assai stretto tra architettura earti plastiche, particolarmente nella realizzazione di vetrate, tracui – oltre a quelle per la chiesa di Mogliano – 7 fogli di vetronell’ex scuola Silvio Pellico a Mestre, e Fiori di Luce nella Bancadel Credito cooperativo di Monastier di Treviso. Nel 2008 realizzauna grande installazione a Ca’ Pesaro.

S.T.
2014
80 x 60

Vetro

Questo ed oltre
2008

Acrilico su tela

S.T.
2014
70 x 50

Vetro

La vita scorre
2005
150 x 100

Acrilico su tela

Sconfinamenti, Exit-Entry
2008

Vetro

Sconfinamenti - particolare
2008

Vetro