FlavioStocco FlavioStocco

De Biasi Paolo

BIO

L’artista oggi si interroga su ciò che ritiene la base dellapropria ricerca: la condizione umana e il presente come luogo dellacontemporaneità, dell’istante in cui la scena diventa operad’arte, un presente difficilmente  rappresentabile ecaratterizzato da rapidi cambiamenti,  in cui le sfaccettaturedella varietà umana e antropologica sono rese sempre più esplicitedall’espressione tecnologica.

Ne emerge quindi la possibilità di esprimere tutte lemolteplicità umane che sono state in passato celate, nascoste dietroun’unica identità, più definita ma inevitabilmente parziale.

La contemporaneità che nasce da questo cambiamento non èsintetizzabile né circuibile: ne deriva che ogni opera non è piùla semplice rappresentazione del presente ma una rappresentazionedella soggettività. Di conseguenza la scelta dei soggetti èdelineata dalla selezione – ottenuta tramite istinto, curiosità,scelte precedenti, personalità ecc –  del flusso diinformazioni che ci bombarda ogni giorno.

L’attimo di compartecipazione, di condivisione o di individualeinterpretazione è il vero senso dell’opera.

Il processo è importante, non il risultato. Come avviene con lavita, il cui senso non esiste, o non ne esiste uno solo. Il sensodella vita è la vita stessa.

Etc.Ect. Milano
2015
105 x 160

Olio su tela

S.T.
2015
100 x 80

Olio su tela